LA CORSA DEL RICORDO IL 6 FEBBRAIO A MILANO, IL 13 FEBBRAIO A ROMA

Nel quadro delle commemorazioni del ‘Giorno del Ricordo’, che ricorre il prossimo 10 febbraio, la storica manifestazione organizzata da Asi si svolgerà per la prima volta nel capoluogo lombardo e per la 9^ volta nella Capitale

E’ in moto la macchina organizzativa della Corsa del Ricordo, manifestazione, ideata ed organizzata da Asi (Associazioni Sportive & Sociali Italiane), che si avvale della collaborazione dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. 

La manifestazione, come è noto, nasce per ricordare la tragedia delle foibe e l’esodo delle popolazioni italiane da Fiume, dall’Istria e dalla Dalmazia. L’evento, che negli anni ha accresciuto la sua risonanza per le alte finalità storiche che persegue, mandata in archivio la terza edizione di Trieste dello scorso novembre, quest’anno regalerà ai runners di tutta Italia una novità dai grandi significati culturali e sportivi. Oltre che a Roma, la Corsa del Ricordo farà il suo esordio anche a Milano, altra città che ha accolto nel periodo post-bellico migliaia di esuli provenienti dalle zone occupate dalle truppe del Maresciallo Tito. La gara nel capoluogo lombardo si svolgerà su un suggestivo percorso di 10 km intorno ai quattro laghi del Parco delle Cave nella zona ovest della città.

Appuntamento nel capoluogo meneghino il 6 febbraio, nella domenica che precede il 10 febbraio, data nella quale ricorre il ‘Giorno del Ricordo’, mentre nella Capitale, dove si svolgerà la 9^ edizione della manifestazione, si correrà la domenica successiva, il 13 febbraio, sul tradizionale percorso di 10 km. che si snoda nel cuore del quartiere Giuliano-Dalmata, con partenza ed arrivo in via Oscar Senigaglia dove è posta la stele dedicata ai 300 mila esuli.

Si tratta naturalmente di un notevole sforzo organizzativo da parte dei promotori, legato naturalmente alle difficoltà dettate dalla recrudescenza della pandemia. In questi giorni di palese incertezza, i promotori della Corsa del Ricordo, si stanno adoperando fattivamente per garantire l’osservanza di tutti i protocolli sanitari per permettere la disputa delle due gare in completa sicurezza. Sono state presentate alle autorità competenti tutte le domande di autorizzazione necessarie per riuscire a portare sulle strade i runners di Milano e Roma. Sarà l’evolversi della crisi pandemica, e la volontà degli enti locali, a stabilire se il progetto potrà essere attuato nella sua interezza. In alternativa le due gare non verranno cancellate ma trasformate, come l’8^ edizione romana del 2021, in gare virtuali perché il messaggio ed il coinvolgimento emotivo non dovrà essere cancellato neanche dal covid.